Un’eredità culturale da tutelare

Ho provato più volte a definire l’artigianato tradizionale, ma non è facile trovare una definizione univoca perché dentro l’artigianato c’è tanto: c’è la storia e l’identità, la tradizione e la cultura dei territori, c’è l’arte che fa grande i Paesi.

L’artigianato è la sintesi perfetta tra conoscenze e competenze maturate nei secoli: un saper fare che esprime l’identità delle comunità locali. L’artigianato è un motore che crea valore economico e sociale, crea coesione e migliora la qualità della vita. L’artigianato riempie i territori di significato e si contrappone al barbaro produttivismo, perché tiene insieme quantità e qualità nelle produzioni, e offre forme di lavoro gratificanti, non alienanti.

L’artigianato è uno stile di vita, un luogo dell’anima.

Il valore di questa attività va ben oltre il significato economico perché incarna i valori dei popoli e delle nazioni e ne rappresenta la storia e la cultura.

L’importanza dell’artigianato

L’artigianato fa parte della cultura umana fin dall’antichità, risale a ben 5000 anni fa. I primi riferimenti si trovano in studi archeologici di antiche civiltà come la Valle dell’Indo, dove si producevano ceramiche, gioielli e idoli.

Gli oggetti artigianali, fatti a mano, hanno un carattere che i prodotti industriali non hanno. Quando acquisti pezzi di artigianato tradizionale, sostieni le economie locali e le aiuti a tramandare tradizioni, figlie di un sapere centenario, che rappresentano l’anima di un territorio. Così contribuisci a promuove lo sviluppo sostenibile e la crescita economica, a mantenere vivo un patrimonio di conoscenze e competenze irripetibile.

 

Nel 2003 anche la Conferenza generale dell’UNESCO ha riconosciuto la necessità di tutelare questa straordinaria eredità culturale con l’adozione della Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.

Un riconoscimento della comunità internazionale che restituisce all’artigianato tradizionale un ruolo fondamentale: sviluppo del dialogo interculturale e mantenimento delle tradizioni vive trasmesse dai nostri antenati.

Preservare il patrimonio culturale immateriale vuol dire preservare la diversità culturale e il dialogo interculturale, ovvero incoraggiare il rispetto reciproco dei diversi modi di vivere.

Molti mestieri artigiani in Italia e nel mondo, rischiano di sparire e, con essi, una parte fondamentale della memoria e della vita di comunità che hanno tramandato di generazione in generazione gesti sapienti fatti di storia, valori e conoscenze antiche.

In venezuela nel villaggio di Tintoreto (il centro economico artigianale più importante del Venezuela) secondo i dati del censimento pubblicato nel 2004 dalla Fondazione per lo Sviluppo del Centro-Occidente, Fudeco, c’erano più di 650 telai attivi. Nel 2019 il numero è sceso a meno di 50 telai, dove continuano a tessere amache, tappeti, sottopiatti e altri prodotti tessili caratteristici di questo villaggio di artigiani.

Tradizioni artigianali

Ogni comunità ha la propria tradizione artigianale che ha ereditato, coltivato e tramandato. I numeri dimostrano che l’artigianato ha un impatto significativo sulla promozione dello sviluppo culturale ed economico. Se ami l’arte e cerchi oggetti artigianali autentici e di qualità, Oriwaka è la bottega online che stai cercando. Qui puoi acquistare oggetti provenienti da artigiani del Venezuela e della SardegnaCi sono capolavori artigianali nascosti ovunque, Oriwaka li scova per valorizzare un tesoro che rischia di scomparire e per portare magia e bellezza nella tua casa. 

Oriwaka dà voce a tanti artigiani, è un luogo di incontro e connessioni, e incentiva una forma di solidarietà reciproca.

Vantaggi sociali dell’artigianato

La creazione di oggetti fatti a mano ha molti vantaggi sociali, al di là della semplice gioia che procura a chi li crea. Ha un effetto positivo sulle comunità e sulla società. 

Vantaggi sociali dell’artigianato:

  • è sostenibile 
  • promuove coesione e inclusione sociale 
  • aumenta le opportunità di lavoro e di guadagno
  • promuove la diversità e la conservazione culturale
  • sostiene l’autonomia delle donne
  • permette alle mamme di continuare a lavorare mentre si prendono cura dei figli
  • diffonde valori come il lavoro di squadra e la collaborazione
  • migliora il benessere mentale 
  • aumenta la crescita economica
  • connette 

Sviluppo sano con l’artigianato

Oggi prevale la produzione di massa: l’artigianato non può essere per tutti, è questo che lo differenzia e lo rende speciale. 

Quindi è possibile costruire una crescita e uno sviluppo sano? 

Si, avviene quando si crea opportunità per le persone e il territorio

L’artigianato è una piattaforma occupazionale che crea lavoro di qualità, reale e sostenibile. Un tipo di lavoro in grado di motivare le persone. Le imprese artigiane creano valore economico e sociale e contribuiscono al benessere collettivo. La crescita economica per queste imprese si basa sulla socialità. Nulla a che vedere con l’industrialismo che inquina e tiene ai margini le persone.

L’artigianato è il simbolo di espressione della cultura e delle tradizioni di una comunità. Per chi lo pratica, è molto più di una semplice fonte di sostentamento: in ogni parte del mondo, artigiani e artigiane, sono orgogliosi e orgogliose del loro mestiere perché lo considerano come un collante che tiene unita la loro comunità.

Responsabilità sociale d’impresa

La Responsabilità Sociale d’Impresa vuol dire che un’azienda lavora in modo etico e sostenibile e si occupa del suo impatto ambientale e sociale: considera in maniera attenta i diritti umani, della comunità, dell’ambiente e della società in cui opera.

Siamo tutti consumatori: ogni giorno entriamo negozi, fisici o online, e scegliamo tra molti prodotti, quello che preferiamo. La nostra scelta ha sempre delle conseguenze, positive o negative. Acquistando oggetti artigianali, anche tu puoi contribuire migliorare il mondo.

Consenso ai cookie GDPR con Real Cookie Banner